A Ventotene con Oil’à

Telo per il mare, scarpette comode e bustine di Oilà. Armiamoci di tutto quello che serve per una breve ma intensa vacanza in quest’isola indimenticabile!

Ventotene, isola del vento, di suggestive bellezze paesaggistiche, e antiche atmosfere romane. Uno dei paradisi più incontaminati del Mediterraneo e cuore dell’antica civiltà romana, Ventotene è un gioiello di pace, relax e bellezza a pochi chilometri dalle coste del Lazio e della Campania. Telo per il mare, scarpette comode e bustine di Oilà – armiamoci quindi di tutto quello che ci serve per una breve ma intensa vacanza in quest’isola indimenticabile!

Come raggiungere Ventotene

Ventotene per via delle sue ridotte dimensioni non dispone di un aeroporto internazionale, ma solo di un piccolo eliporto utilizzato esclusivamente dai mezzi di emergenza. Dovrete quindi raggiungere l’isola esclusivamente via mare per mezzo di traghetto o aliscafo, partendo da Ponza o da Formia. Il viaggio in aliscafo è certamente più veloce, ma anche il traghetto (che richiede circa due ore di percorrenza) è un’ottima alternativa che vi permetterà di godervi un magnifico tratto di mare. Spesso i delfini si divertono ad inseguire le navi – fatevi una foto con la bustina di Oilà mentre un delfino salta dietro di voi e pubblicatela sulla nostra pagina Instagram!

Raccontaci la tua vacanza!

Pubblica il tuo selfie sulla nostra pagina Instagram ed entra a far parte dell’album Miss Oil’à 2017.

Aliscafo e traghetto sono un’ottima opportunità per prendere un po’ di sole e di tintarella prima di raggiungere l’isola. Il vento sferzante e la salsedine sono però nemiche della nostra pelle, specialmente quando si è esposte all’aria del mare come in nave. Appena sbarcate, è quindi importante reidratare l’epidermide e dissetare la vostra pelle con un cocktail di oli naturali come il cocco e il Karitè. Oilà è piccola, comoda e facile da trasportare. Basta scartare la bustina e voilà! L’idratazione naturale sempre a portata di mano!

Ventotene fra arte e storia

Uno degli aspetti più unici di quest’isola è l’enorme ricchezza artistica e culturale che la contraddistingue. La storia di Ventotene è antica quanto la cultura romana, e di essa ne conserva ancora le tracce nelle suggestive rovine della Villa Imperiale di Giulia costruita da Ottaviano Augusto in persona. Sempre dello stesso periodo, a pochi minuti a piedi da Piazza Castello è possibile visitare quasi 2.000 mq di Cisterne Romane. L’arcaico complesso di conservazione e distribuzione dell’acqua è stato riutilizzato per secoli e porta con sé tracce di moltissime culture sotto forma di graffiti, dipinti ed edicole votive.

Altrettanto affascinante è il carcere borbonico sull’isolotto di Santo Stefano, costruito con una peculiare forma ad a ferro di cavallo detta panopticon che permetteva ai sorveglianti di osservare tutti i prigionieri. In uso perfino durante l’epoca fascista, nel carcere borbonico sono morti ben 1.200 prigionieri nel corso del tempo, dando a questo luogo un’atmosfera inquietante e surreale al tempo stesso.

Natura e bellezze paesaggistiche a Ventotene

Ventotene è un’oasi di bellezza paesaggistica unica al mondo essendo un’area marina protetta insieme alla vicina isola di Santo Stefano. Se siete amanti degli sport acquatici, quest’isola vi offre varie opportunità di divertimento. Partendo dalla base nautica di Cala Rossano, potrete seguire un corso di vela full-day organizzato settimanalmente dalla Lega Navale Italiana. Potrete anche seguire diversi itinerari marini navigando intorno all’isola in canoa o in barca a vela. Se preferite le immersioni invece, Ventotene è ricca di fondali meravigliosi adatti ai sub di ogni livello di esperienza. Dalla più semplice Punta Pascone con un fondale di soli 15 metri di profondità, alla più impegnativa Secca Dell’Archetto a 300 metri dalla costa con il suo tunnel subacqueo, Ventotene è adatta a tutte le esigenze.
Ancora vi consigliamo di visitare il Museo della Migrazione, un magnifico Osservatorio Ornitologico costruito su terrazzamento a strapiombo sul mare. Costruito in un edificio ristrutturato della II Guerra Mondiale detto “il Semaforo”, il museo include modelli naturalistici a grandezza naturale, pannelli interattivi e video informativi. Per gli amanti delle escursioni comunque, sull’isola sono presenti numerosi itinerari naturalistici che vi permetteranno di visitare luoghi di incontaminata bellezza come il promontorio sopra la baia di Parata Grande.
Se volete prendere il sole o fare il bagno, a Ventotene si trovano molte spiagge più o meno difficili da raggiungere a seconda delle vostre preferenze. Cala Nave e Cala Rossano possono essere raggiunte a piedi e sono quiete e rilassanti. La seconda è proprio affacciata sul magnifico porto dell’isola. Cala Neve è una spiaggia piena di comfort, perfettamente attrezzata, dalla quale potrete godervi la vista del vicino isolotto di Santo Stefano. Cala Battaglia, Punta Eolo e le Saline sono invece più difficilmente accessibili e per questo meno frequentate.

La sera e la notte a Ventotene

Ventotene non è un’isola dove cercare la movida sfrenata di Ibiza o il divertimento anticonformista di Mykonos. E’ un luogo di pace e relax, ma che vi darà comunque la possibilità di socializzare e frequentare tanti locali e pub dove vengono serviti deliziosi aperitivi e cocktail alla moda. Prima di prepararvi con il vostro vestitino più bello però, è importante rinfrescare anche la vostra pelle ormai assetata dopo un’intera giornata di mare ed escursioni. Se vi siete ricordate di lasciare una bustina di Oilà in frigorifero, questo è il momento migliore, dopo una bella doccia, di dissetare anche la vostra pelle con un cocktail rigenerante di oli naturali idratanti.
Nel centro storico o nell’antico porto romano potrete trovare molti locali dove chiacchierare in tranquillità fino a tarda notte sorseggiando un buon bicchiere di vino bianco o rosso.In particolare vi segnaliamo lo squisito Ristorante Bar Verde a Piazza Castello, dove potrete stuzzicare il vostro appetito con degli squisiti piatti a base di pesce, pasta con i più prelibati condimenti Mediterranei o con un delizioso e rinfrescante gelato.
Se dopo l’aperitivo volete divertirvi un po’, fate una passeggiata lungo la costa. Molte discoteche e locali organizzano in estate piste da ballo all’aperto dove scatenarsi ballando con gli amici.
Insomma, lascia che il profumo del mare inondi le tue narici, prepara le bustine di Oilà e sali a bordo del traghetto che ti porterà a Ventotene. 

Voilà! Buon divertimeto Miss Oil’à!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloPost comment